Alla scoperta di Salou, Barcellona e PortAventura!



Era il 2012 e Lucrezia era impazzita letteralmente per i personaggi di Sesame Street. Cominciano così le mie nottate al pc a cercare qualcosa, o per meglio dire qualche posto, ove vi fossero Elmo & co. Trovo il parco di Sesame Street in America, non proprio dietro l’angolo, così continuo la mia ricerca.
Girovagando nel web trovo PortAventura, Catalogna,  EVVIVA ci sono i personaggi di Sesame Street, Betty Boop e Woody Woodpecker!!!!! Ok deciso,a luglio si va!
Il Resort di PortAventura prevede anche 3 hotel all’interno del parco ma conoscendo la mia peste so già che se prenoto lì non si uscirà mai per visitare il resto della Spagna, così mi metto alla ricerca di un hotel family-friendly e il più possibile vicino al parco.
Bingo!!!! Hotel Marinada a Salou a 4 km dal parco!
Prenoto Hotel, volo e, grazie all’efficientissimo Ufficio del Turismo Spagnolo, prenoto anche il bus (con la Planabus) da El Prat a Salou.

1 Luglio
Alle 02:00 abbiamo il pullman che ci porta da Pescara a Fiumicino. Alle 05:40 arriviamo in aeroporto, avevamo il volo alle 07.10 e ci comunicano che portava un’ora e 58 minuti di ritardo (ah beh, cominciamo bene!). Fortunatamente per me, mia figlia non è “rompina” e trova qualcosa da fare per non annoiarsi.
Finalmente si vola,ma soprattutto si arriva in Catalogna, prendiamo il bus e facciamo il check-in in hotel.
Arrivate in stanza, praticamente sveniamo nei letti e ci risvegliamo a ora di cena.
Entriamo nel ristorante dell’hotel e, oltre al personale di una gentilezza e cordialità uniche, troviamo ogni sorta di ben di Dio senza contare, con mia somma gioia, che mi fanno un espresso degno di questo nome. Alleluia, almeno stavolta non soffrirò da astinenza di caffeina.
Bene… sta per iniziare la finale degli europei Italia-Spagna e io molto coraggiosamente mi vado ad infilare in una sala dell’hotel dove le uniche italiane eravamo io e Lucrezia, che ve lo dico a fare ci abbiamo preso 4 goal, ma io già al secondo mi ero defilata. Va beh siamo sportivi, andiamoci a vedere gli spagnoli che festeggiano per strada.





2 Luglio
Sveglia! Sveglia! Colazione e Lucrezia dà il meglio di sé: uova, wurstel, bacon insomma la guardano tutti per come mangia! Oggi c’è la Festa Acquatica in piscina e stanno posizionando i gonfiabili.
Io assolutamente in modalità bradipo, e la piccoletta che salta da una parte all’altra. Meno male che si autogestisce!
Pranziamo bordo piscina, dopodichè Lucrezia decide di andare al baby-club. Ahhhhhhhhhhh momento relax per la sottoscritta.
Nel pomeriggio usciamo dall’hotel alla ricerca dell’ufficio della Planabus ,perché organizzano diversi spostamenti con guida nelle varie città limitrofe, e io voglio prendere i biglietti per Barcellona. Presi!!! Mi spiega l’addetta che purtroppo però non essendoci molti italiani che vanno a Salou la persona che ci accompagnerà parlerà esclusivamente inglese e spagnolo. Gentilissima e carinissima lei, le spiego che non ci sono problemi.
Torniamo in stanza e ci prepariamo per la cena. Scendiamo e la prima cosa che mi dice il cameriere “Eh la Spagna troppo forte per l’Italia”… no va beh infierisci pure ahahahahha.
Usciamo nei giardini e fantastico, ci sono gli animatori che fanno fare i giochi e la baby-dance ai bimbi e Lucrezia, pur non capendo un “ciufolo” di spagnolo parte in quarta e io dalla mia sedia faccio l’interprete. Manco a dirlo sembriamo Sandra e Raimondo!!!
Verso le 22:00 comincia uno show di magia. Il mago in questione cerca volontari o assistenti e chi alza la mano???? Lucrezia, e io “aridanghete” a fare da interprete.




3 Luglio

Oggi Barcellona!!!
Colazione più veloce della luce e ci dirigiamo sulla via principale e vicino alla fermata dei pullman Planabus troviamo un ragazzo con pettorina gialla che ci chiede se ci può essere utile. Gli spiego il tutto e lui mi rassicura che appena arriva mi indicherà lui il pullman (neanche a Londra così efficienti!).
Saliamo sul pullman e ci accoglie la guida, carinissima, che si scusa di nuovo per il fatto che si parlerà solo in inglese e spagnolo. Lucrezia, unica bambina, che però non si perde d’animo soprattutto quando sente che seduta vicino a noi c’è una coppia di “nonnini” californiani! Le pupille degli occhietti le diventano a forma di D di Disneyland California. Il nonnino divertito comincia a scherzare con lei e a parlarle dei vari parchi che ha nel suo paese, ovviamente io ero l’interprete ahahahhahah.
Arriviamo a Barcellona e Lucry comincia la sua esplorazione “Mamma guarda i taxi, sembrano api! Mamma che cos’è El Corte Ingles? Mamma mamma bello, bello!”
Scendiamo a Plaza Catalunya e ci dirigiamo al ristorante Valentino per il pranzo.

Vediamo Casa Batlò, le Ramblas e ci dirigiamo verso Parc Guell.
All’ingresso la guida ci spiega il tragitto da fare, altrimenti rischiamo di perderci.
Facciamo tutto il giro, arriviamo alla Salamandra, foto di rito e poi la piccoletta impazzisce per le casette di Hansel e Gretel. Dentro una di queste c’è uno shop e Lucry compra il pupazzo della salamandra e la t-shirt con la salamandra a prezzi proprio modici direi (ovviamente la frase è sarcastica!)
Continuiamo il giro e arriviamo all’uscita. Si riprende il pullman e ci si dirige verso la Sagrada Familia.
Ho visto Lucrezia sgranare gli occhi e un “Ohhhhhhh” di stupore uscire dalla sua boccuccia, ma si è ripresa in un attimo “Mamma andiamo a comprare i regalini ai nonni?????” Sono un bancomat, e va beh!
Si va a visitare il Villaggio Olimpico, la statua di Cristoforo Colombo e ci dirigiamo sul Belvedere di Barcellona.
Scendiamo e Lucry, vedendo una statua chiede cos’è. La guida, sorridendo le dice che quel gruppo di statue rappresentano la danza catalana. Varie foto di rito e volgendo lo sguardo verso il porto si sente la piccoletta dire “Mamma guarda una supposta gigante!!!!!” Ehm, mamma è una torre! La Torre di Agbar!!!!
Si riparte per Salou, ma prima si va a Plaza d’Espana a vedere le Torri Veneziane, fantastico!
Arrivate in hotel, ceniamo e si scende a fare giochi, baby dance e ad assistere allo spettacolo di flamenco, meraviglioso!
Beh, è ora di “nannare”, domani si va a PortAventura!!!!!




4 Luglio
Colazione e ci dirigiamo a prendere la navetta che ci porterà a PortAventura.
Più ci avviciniamo e più l’emozione di Lucry si sente. Arrivati nel resort ci sono le statue di Woody Woodpecker ad accoglierci al parcheggio. Biglietti alla mano (li avevo presi sul sito e stampati prima di partire, appunto per evitare code) si va! Entriamo e ci accoglie l’ennesima statua di Woody Woodpecker, foto di rito e Lucry comincia la nenia “Andiamo a Sesamo Aventura????? (l’area bimbi ispirata a Sesame Street).
Per arrivare dobbiamo attraversare l’area Mediterrania, con un grande lago al centro e l’area Polinesiana, che è un tripudio di vegetazione e piccole cascate. L’ingresso di Sesamo Aventura è ispirato al Fantasy Kingdom di Gardaland, ma più piccolo. Facciamo tutte le attrazioni dell’area e prendiamo il treno che ci porta all’area Far West, esploriamo, Lucry fa shopping (che novità!), fa le varie attrazioni adatte alla sua età e notiamo un palco. Passa una cast member e le chiedo delle info. Molto gentilmente mi dice che sta per arrivare Elmo!!!! Ok aspettiamo, Lucrezia si mette in fila per la foto. Da lontano si vede una “palla di pelo rossa”… ma è Elmo!!!!! Lucry va in visibilio e alla mia domanda “Mamma cosa hai provato?” mi risponde “Stupore e felicità!”

Dopo di lui si avvicendano Grover, Zoe, Bernie e Ernie e la piccoletta impazzisce.

Arrivano cowboy ed una cowgirl dalla voce spettacolare che cantano, ballano insieme a Woody Woodpecker e interagiscono con i bambini e Lucry tanto per cambiare si butta.
Continua la nostra esplorazione e ci dirigiamo verso l’area Mexico. Facciamo anche qui le varie attrazioni (almeno per quelle adatte ai bambini le file sono godibilissime!) e chi incontriamo??? Zoe, altra foto!
Passiamo attraverso l’area China dove hanno ricostruito la Muraglia Cinese e si torna verso Sesamo Aventura: è l’ora degli spettacoli dei bimbi!!!
Comincia lo spettacolo dei personaggi di Sesame Street e finalmente la piccoletta riesce a vedere Cookie Monster e riesce a dargli i biscotti che aveva preparato con tanta cura da casa insieme ad un biglietto. Tutti i genitori applaudono e li sento dire “Ma che carina, la bimba ha portato i biscotti a Cookie Monster”. A me scende la lacrimuccia… Finito lo show, comincia la baby dance insieme a Grover e ad una ragazza del cast e il tormentone spagnolo del momento per i bambini è “Soy una taza” (giuro me la risogno ancora la notte!).

Torniamo nell’area China e Lucry vuole prendere la patente dei bimbi ma non la fanno entrare perché non è abbastanza alta. Tragedia e affronto!!!! (per la cronaca ci riproverà anche al Parque Warner senza successo fino ad arrivare a Legoland Windsor e finalmente sta benedetta patente è sua!)
Va beh si accontenta delle tremila attrazioni e di un playground fantastico all’aperto, sempre nell’area China.
E’ ora dello show “Music Generation”, di corsa al Gran Teatro Imperiale…da vedere e basta! Ci tengo a dire che il Direttore Artistico è un italiano, Gianfranco Bollini, persona disponibilissima e squisita che tiene ai suoi connazionali ed è felice quando vanno a trovarlo.
Si torna nell’area Mexico e ci imbattiamo in alcuni ballerini e Lucry va a ballare con loro.
All’ingresso dell’area Far West c’è un finto avvoltoio in gabbia che canta “Let me entertain you”, da morire dal ridere!
Si è fatta una certa, e prendiamo posto per vedere nel miglior modo possibile la parata e ci riusciamo!!!
E’ mezzanotte, e ora prendiamo un taxi e via a dormire!!!! Domani ci aspetta un altro tour de force a PortAventura!





5 Luglio
Io sono un’appassionata di coaster, amo l’adrenalina ma viaggiando da sola con pupa annessa non se puede, però almeno vorrei vederlo lo Shambala!!! Infatti l’ho visto e anche rosicato, va beh devo aspettà che cresci mammì.
Incontriamo la cast member del giorno prima e, evidentemente le facevo pena ehehehhe, mi dice che sta per arrivare (finalmente aggiungo) Cookie Monster, foto di rito e proseguiamo.
Andiamo a pranzare nell’area Far West in un ristorante dove fanno lo spettacolo con Betty Boop e fanno interagire i bambini. Chi va? Mia figlia ovviamente!
Facciamo le attrazioni che ci mancano e torniamo a Sesamo Aventura dove Lucry può giocare un po’ nel playground fino all’ora dello show “Aloha Tahiti” nell’area Polynesia.
Stasera niente parata perché dobbiamo prendere i posti migliori per vedere lo show sul lago “Fiesta Aventura”.
Giochi d’acqua, luci, fuochi d’artificio e carri galleggianti che “raccontano” le 5 aree tematiche del parco.
E pure oggi abbiamo fatto mezzanotte!





6 Luglio
Oggi si va al mare!!!!
Ma prima di uscire ecco la mascotte dell’hotel che viene a salutare i bambini con annessa foto, il cane Rufus.
“Mamma oggi vedo il Mar Mediterraneo??? Posso riportarmi le conchiglie che trovo?”
Arrivate in spiaggia, non c’era una conchiglia neanche a pagarla oro!!! Pulitissimo tutto e giochi tenuti in maniera egregia.
Passiamo la mattinata e decidiamo poi di fare un po’ di shopping (prezzi non buoni, di più!)
Nel pomeriggio in hotel c’è lo show del Payaso Enrico, divertentissimo e, inutile dirlo, Lucry partecipa alla grande!
Piscine, baby-club e giunge l’ora di nannare.





07 Luglio
Oggi si va al supermercato a comprare qualcosa di tipico da riportare a casa prima di partire dalla Catalogna.
Ultimo pranzo bordo piscina e di corsa al baby-club.
Il Sabato pomeriggio solitamente in questo hotel fanno la Fiesta Infantil con una Corsara, Spongebob e Patrick.
Dopo cena usciamo e vicino all’hotel c’è un parco, all’interno del quale fanno un mercatino nel quale vendono prodotti fatti a mano. Si trovano tantissime cose carine a poco prezzo.




08 Luglio
Giorno mesto quello della partenza, perché la Catalogna ci è piaciuta davvero tanto!!!!
Comunque alle 11 prendiamo il pullman per El Prat, passiamo un paio d’ore in un aeroporto godibilissimo per i bambini e i fumatori (almeno qui ho trovato un’area all’aperto con tanto di sedute e distributori automatici di snacks e bibite).
Bye bye Spagna, rimarrai per sempre nei nostri cuori insieme alle persone MERAVIGLIOSE che abbiamo incontrato!
(Luglio 2012)



















Post popolari in questo blog

Il 17 Marzo riapre Italia in Miniatura con un imponente operazione di restyling

Warner Bros. Studio Tour - The Making of Harry Potter: i consigli e il racconto di Francesca

Una sorpresa per i lettori di Blodiario 2.0