Torino: la nostra esperienza


La nostra vacanza di Luglio quest'anno l'abbiamo organizzata all'ultimo momento, indaffarate come eravamo tra comunione e preparativi vari, abbiamo rimandato per mesi. Poi un giorno mentre girovagavo nel web, trovo un'offerta della Flixbus per Torino con partenza da Pescara. 



Neanche a farlo apposta, uno dei desideri di Lucrezia, era proprio andare a Torino a visitare il Museo Egizio. Senza pensarci due volte, prenoto e vado alla ricerca di un hotel a Torino. Tramite booking.com, trovo un hotel piuttosto centrale di fronte alla stazione di porta Susa: Hotel Dock Milano in via Cernaia. Sapendo che il Museo Egizio è sempre piuttosto affollato, decido di comprare i biglietti on-line per non avere sorprese nel giorno in cui decido di andare. 
Arriva il giorno della partenza e dal terminal bus di Pescara alle 6:45 saliamo sul nostro pullman.
La prima cosa che mi salta agli occhi è che il pullman è molto pulito con aria condizionata, ampi spazi tra sedili, prese di corrente ovunque, bagno pulitissimo e sempre disponibile, e con tanto di sacchetto davanti ogni sedile per buttare carte, fazzoletti e quant'altro. Da Pescara a Milano Lampugnano facciamo una sosta di servizio, e una volta arrivati aspettiamo un paio d'ore il pullman che ci porterà a Torino. Una cosa importante da sapere è che ad ogni fermata della Flixbus  potete trovare un addetto ( una sorta di hostess/steward di terra ) riconoscibile da una maglietta verde, al quale potete chiedere informazioni e/o aiuto.  Il tempo passa in maniera piuttosto veloce in quanto andiamo a mangiare qualcosa nel bar della stazione di Milano Lampugnano. In circa due ore siamo al terminal bus di  Torino, che è poco distante dal nostro hotel di riferimento, però siccome ero piuttosto stanca ( soprattutto pigra, diciamolo pure ) decido di prendere un taxi pagando all'incirca 10 €. L'hotel Dock Milano mi sorprende piacevolmente, in quanto nonostante avessi letto come al solito delle recensioni non troppo felici su TripAdvisor, lo trovo pulito, con personale molto gentile, e molto carino come arredamento. 



Saliamo in camera, poggiamo le valigie, ci facciamo una doccia e si fa ora di cena, quindi partiamo come sempre all'avventura senza mappe, senza niente e ci ritroviamo, camminando camminando, davanti ad un McDonald's. La cosa che mi ha sorpreso di Torino è stata trovare movimento fino a tardi nonostante fosse luglio e le persone cominciavano ad andare in ferie verso il mare. Un'altra cosa negativa che avevo letto riguardo il nostro hotel  su TripAdvisor, era che la colazione era poca, con poca scelta e non so che altro! Noi a colazione abbiamo trovato di tutto di più : torte, uova strapazzate, würstel, cornetti...insomma c'era di tutto per tutti i gusti, quindi quando andate su TripAdvisor sappiate sempre filtrare ogni singola recensione.



Oggi è la giornata da dedicare al Museo Egizio, il sogno di Lucrezia, e dopo aver fatto colazione ci dirigiamo a piedi verso il nostro "obiettivo". L'appuntamento è per le 10:30 ma la signorina non ce la fa ad aspettare e alle 09:40 siamo dentro. Descrivere le emozioni e questo Museo è impossibile ! Una volta entrati, ci si sente catapultati in quel periodo storico. Ho visto mia figlia di 9 anni attenta con la sua audioguida ad ascoltare e ad osservare ogni più piccola cosa, rapita completamente da questo Museo.






Si son fatte le 14 e un certo languorino comincia a farsi sentire, così passeggiando passeggiando in una Torino meravigliosa arriviamo in Via Po' dove troviamo una pizzeria, Al Primo Piano. Pizza molto buona, personale molto cordiale e prezzo ottimo, insomma soddisfatte, ci dirigiamo verso        l' Ufficio del Turismo ( Via Garibaldi ) per prenotare il City Sightseeing Tour verso le Residenze Reali e lo Juventus Stadium. L' appuntamento è a Piazza Castello, ma quando arriva il bus Lucrezia non è molto contenta perché non è a due piani e neanche scoperto. Comunque riusciamo a vedere, seppur solo esternamente, il Castello di Rivoli, la Reggia di Venaria Reale, il Parco La Mandria e lo Juventus Stadium.




" Mamma mamma, oggi andiamo al Museo del Cinema ? Ci sono le maschere di Star Wars ! "
Ok, direzione Mole Antonelliana ! Al suo interno troveremo il Museo del Cinema, l' Ascensore Panoramico e Eataly... et voilà on y va !
La prima cosa che facciamo è salire sull' Ascensore Panoramico che ci porta fino in cima alla Mole. Una vista e un panorama pazzeschi... Torino è davvero meravigliosa !



Una volta scese comincia il nostro percorso al Museo del Cinema e si comincia proprio dagli albori : le ombre cinesi, le prime cineprese, le prime macchine fotografiche. Lucrezia saltella da una parte all'altra completamente estasiata. Descrivere questo Museo così pieno di storia ma al tempo stesso così interattivo per i bambini sarebbe riduttivo. La cosa che mi ha fatto ridere di più è stata quando ha visto il Moloch ( è anche l' ingresso di Cinecittà World a Roma ) : " Mamma guarda il Moloch, quello del film Cabiria di Gabriele D'Annunzio ! " ...e poi ditemi che i theme parks non possono essere anche istruttivi !!!







E ora che si fa ? Palazzo Reale sìììììììì !!!
Oltre al Palazzo Reale con il ticket è possibile visitare la Biblioteca reale, l' Armeria Reale e il Museo Archeologico.
Il Palazzo Reale di Torino è tra le residenze sabaude più importanti...trasuda storia, bellezza e ricchezza da ogni singolo centimetro di questa struttura immensa e meravigliosa.








Qualche info pratica :
  1. Hotel Dock Milano: Via Cernaia, 46 - Torino http://www.hoteldockmilano.it/
  2. Museo Egizio: Via Accademia delle Scienze, 6 - Torino http://www.museoegizio.it/
  3. Ufficio del Turismo: Via Garibaldi - Torino info.torino@turismotorino.org
  4. City Sightseeing Tour Italia: http://www.city-sightseeing.it/
  5. Museo Nazionale del Cinema: Via Montebello , 20 - Torino http://www.museocinema.it/
  6. Palazzo Reale: Piazzetta Reale, 1 - Torino http://www.ilpalazzorealeditorino.it/











Post popolari in questo blog

Il 17 Marzo riapre Italia in Miniatura con un imponente operazione di restyling

Warner Bros. Studio Tour - The Making of Harry Potter: i consigli e il racconto di Francesca

Una sorpresa per i lettori di Blodiario 2.0