Napoli: Città della Scienza





La Città della Scienza è un museo scientifico interattivo  a Napoli gestito dalla fondazione IDIS, una delle “organizzazioni non governative in relazione ufficiale” con l’UNESCO. I visitatori, grandi e piccoli, sono chiamati a sperimentare direttamente i fenomeni scientifici presenti in natura e nella vita quotidiana: non ci sono oggetti in mostra da “guardare e non toccare”, ma esperienze da fare. Il Science Centre di Città della Scienza, attraeva nelle sue aree espositive circa 350.000 visitatori l’anno, prima dell’incendio doloso che, il 4 marzo 2013, ne ha distrutto gran parte.

Il Science Centre di Città della Scienza rimane sempre un importante strumento di educazione e diffusione della cultura scientifica attraverso mostre, incontri con scienziati, campagne e attività di promozione della scienza e della tecnologia, progetti di collegamento tra scienza e società a livello nazionale, europeo, internazionale.

All’interno del Museo si trova l’Officina dei Piccoli, la sezione del Science Centre interamente dedicata ai bambini da 0 ai 10 anni che, oltre alle aree del Giardino, occupa uno spazio di circa 500 mq coperti. Fa parte della rete internazionale dei musei per i bambini Hands-on ed è stata realizzata attraverso il coinvolgimento diretto dei bambini con il metodo della progettazione partecipata.

Presenti altre aree quali Io e gli altri, area dedicata al confronto tra sé e gli altri a partire dalla conoscenza del proprio corpo, la mostra “Rewind” su temi interculturali all’interno dello spazio permette ai bambini il confronto con altre realtà del mondo e su come giocano e vivono i bimbi di altri paesi, laboratori con argilla, materiali di riciclo, o riuso, ma anche esperimenti scientifici, un’area che sviluppa le tematiche della natura e del mondo vivente.

La casa degli insetti e un formicaio.

La mostra su mare con vasche tattili e acquari reali e virtuali, exhibit 

Laboratori naturalistici, di creatività e manualità, robotica.

Intorno al Giardino ci sono anche aree all’aperto in cui i più piccoli possono unire il piacere di stare al sole e all’aria aperta insieme ad occasioni educative e di gioco.

Lo G.N.A.M. Village il villaggio della dieta mediterranea e della biodiversità: il contributo diretto che Città della Scienza da alla valorizzazione e alla promozione di culture agroalimentari e del cibo dalle radici antiche; ed anche alle più avanzate ricerche e pratiche innovative sulla food innovation e  sulla food safety: uno spazio aperto per le famiglie con attività  ed eventi. 

Il Villaggio si sviluppa in un’area di 4000 mq già interna a Città della Scienza che , per 365 giorni all’anno è anche uno spazio attivo  di didattica e di formazione.

Infine, Il mondo di Bit. I bambini hanno sempre amato Bit, il burattino virtuale di Città della Scienza che, dal 1998, accoglie i visitatori, dialoga con loro, li fa divertire e dà loro utili consigli per la visita. Inoltre utilizzando la tecnologia touch i bambini possono fare giochi di gruppo attorno ad una postazione interattiva multimediale.

Il 4 Marzo 2017, data simbolica, inaugurerà CORPOREA un museo interattivo dedicato al Corpo Umano, 5.000 mq 100 EXHIBITS, ESPERIENZE SENSORIALI, LABORATORI ED ESPERIMENTI HANDS-ON! interamente dedicato al tema della salute, delle scienze e tecnologie biomedicali e della prevenzione,basato sulla sperimentazione diretta dei fenomeni da parte dei visitatori, ed il 19 Marzo il PLANETARIO 3D il più grande e avanzato planetario 3d d'Italia. Un viaggio affascinante alla scoperta dell'Universo.

INFO:
www.cittadellascienza.it

Post popolari in questo blog

Il 17 Marzo riapre Italia in Miniatura con un imponente operazione di restyling

Warner Bros. Studio Tour - The Making of Harry Potter: i consigli e il racconto di Francesca

Una sorpresa per i lettori di Blodiario 2.0