Ready Player One: la nostra anteprima




Siamo state all'Anteprima Nazionale del film di Steven Spielberg distribuito da Warner Bros Pictures, Ready Player One che uscirà il 28 marzo, e siamo uscite dalla sala entusiaste! Ready Player One nasce dal romanzo omonimo di Ernest Cline del 2010 e proprio quest'ultimo ha scritto anche la sceneggiatura insieme a Zak Penn. Questo film è fantascienza, avventura, azione e anche comicità... adatto ai ragazzini un po' più grandicelli (Lucrezia ha 11 anni) e che comunque conoscono un po' dell'universo tecnologico, videogame e vari personaggi del momento e non solo! In molti lo hanno definito un film per nerd, sono d'accordo a metà perché se è pur vero che bisogna avere un certo tipo di cultura riguardo ciò che si sta vedendo, è altrettanto vero che il film è talmente coinvolgente da lasciar incollati alla poltrona anche i meno appassionati di videogame e affini! 
Ready Player One è ambientato nel 2045, in un mondo dove l'inquinamento, la povertà hanno ridotto l'essere umano a non voler vedere più la realtà che lo circonda rifugiandosi nel mondo virtuale che nel film porta il nome di Oasis. Vi pare poco? Beh, non ho intenzione di raccontarvi il film perché merita di essere visto. 
Le cose che mi sono piaciute e che mi hanno dato da pensare:
- diverse scene dove le persone non interagivano tra di loro nella vita reale, ma con indosso visori e tute, ognuno era da solo nel mondo virtuale... è stato agghiacciante vedere una trasposizione, seppur enfatica, di ciò che siamo, quotidianamente incollati ai nostri smartphone;
- la colonna sonora... spettacolare! Il film inizia con Jump di Van Halen e i vari brani che si susseguono, composti dal premio Oscar Alan Silvestri, sono assolutamente coinvolgenti;
- qualcuno afferma che non ci sono riferimenti a Star Wars... sbagliato! In una scena si parla di Millennium Falcon;
- gli attori sono tutti strepitosi e noi ne abbiamo riconosciuto uno in particolare: vi dice nulla il Direttore Imperiale Orson Krennic dello spin-off di Star Wars Rogue One? Ebbene troverete Ben Mendelsohn anche in Ready Player One nel ruolo del cattivo di turno: Nolan Sorrento;
-  i vari riferimenti ad Anime e cartoni animati come Hello Kitty, Akira, Gundam il Gigante di Ferro, per citarne qualcuno perché ne sono davvero tantissimi;
- i vari riferimenti ad alcuni film cult quali King Kong, Shining, Jurassic Park, ecc.
- i vari riferimenti ai videogame che... non cito volutamente, vediamo quanto siete bravi a riconoscerli!

A mio avviso, (ma forse è meglio dire nostro perché la prima estimatrice di Ready Player One è proprio Lucrezia), è un film da vedere e far vedere ai nostri ragazzi perché fa riflettere su ciò che stiamo diventando, tanto che Lucrezia al termine del film mi ha detto "Mamma, Ready Player One dovrebbero vederlo tutti i bambini della mia età", e poi, preparatevi, i vostri figli vi subisseranno di domande! In tutti i modi il film non è catastrofico, ma lancia un messaggio di speranza... c'è speranza!

"Questo è Oasis. Un posto in cui il limite della realtà è la tua immaginazione." 
"La gente viene su Oasis per tutto quello che si può fare. Ma ci rimane per tutto quello che si può essere."



I Post Più Letti

Mamma Cristina racconta la sua avventura in Slovenia al Glamping Ribno

Offerta BLACK FRIDAY WEEKEND: “Little Monsters” gratis nel 2019 al Legoland Windsor Resort

Lucrezia e il suo Lucca Comics and Games 2018

Tutto quello che c'è da sapere sugli Hotel Disney: dalla prenotazione alle differenze tra gli hotel e le camere!

Natale a PortAventura World: emozione, gioia e sorprese!

Il Natale tra le mille luci e magie di Ferrara

All'Acquario di Livorno una grande degustazione di vini il 15 novembre

Aggiornamento calendario attrazioni chiuse per lavori a Disneyland Paris

Le mele per tutelare l’Orso bruno marsicano

Arriva il Gardaland Magic Winter! Pronti per un magico Natale a Gardaland?