Domenica 24 giugno la giraffa in numeri al Bioparco di Roma





Domenica 24 giugno, in occasione della Giornata internazionale della giraffa (che cade ogni anno il 21 giugno) il Bioparco organizza una serie di attività dedicate al più alto mammifero terrestre.
Dalle ore 10.30 alle 17.00 presso la casa delle giraffe, le famiglie potranno partecipare a laboratori e attività a cura degli operatori del parco che riveleranno le caratteristiche, tra cui  i numeri delle giraffe: quanto è alta una giraffa, quante vertebre possiede, quanto è lunga la sua lingua e quanto pesa il suo cuore… e racconteranno curiosità sul gruppo presente al Bioparco: le due femmine Dalia e Acacia e il maschio Magoma.




La giornata, indetta dal Giraffe Conservation Fund (https://giraffeconservation.org/) è finalizzata a sensibilizzare i cittadini nei confronti della specie e sulle cause che stanno comportando la riduzione numerica di molte popolazioni in natura.
La giraffa è una specie minacciata di estinzione a causa della perdita e frammentazione dell’habitat e del bracconaggio. Il Bioparco partecipa alla conservazione della specie aderendo programma europeo di riproduzione in cattività (EEP).

Tutte le attività della giornata sono comprese nel costo del biglietto.



BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it
ORARIO        9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00)
TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro
bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 12 anni: € 13.00
biglietto adulti: € 16.00
EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it e nei punti della rete TicketOne ed al Call Center 892.101

Segui il Bioparco di Roma su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco


Credit fotografico: Archivio Bioparco - Massimiliano Di Giovanni


Post popolari in questo blog

Il 17 Marzo riapre Italia in Miniatura con un imponente operazione di restyling

Warner Bros. Studio Tour - The Making of Harry Potter: i consigli e il racconto di Francesca

Una sorpresa per i lettori di Blodiario 2.0