Caorle:una bella sorpresa!


Vivendo in una città di mare,e non amando quest'ultimo,tengo sempre molto poco in considerazione le località marittime,ma a Settembre scorso avevo un impegno a Caorle.
Partiamo da Pescara e arriviamo a Roma. Avevo prenotato i biglietti per Venezia/Santa Lucia con Italotreno,carrozza cinema(figata pazzesca!),da Roma Tiburtina.
In tre ore e mezza circa siamo alla stazione,da lì prendiamo due pullman e finalmente arriviamo a Caorle.



L'hotel era il Marco Polo,affacciato praticamente sul mare,con due ingressi:uno direttamente sulla strada che porta al centro storico,e uno per andare dritti dritti in spiaggia.
A disposizione dei clienti biciclette,ombrelloni e lettini,internet point. E per i più piccoli? Una sala giochi con casetta,cucina e giochi da tavolo.
La sala da pranzo è spettacolare,quando si va a fare colazione un'ampia vetrata panoramica sul mare ti dà il buongiorno! Abbiamo anche cenato e la cucina è ottima:piatti tipici ed internazionali e un buffet di verdure la fanno da padroni.




Cosa abbiamo fatto a Caorle?
Abbiamo visitato i Casoni!
I Casoni sono antiche abitazioni sparse per la laguna di Caorle e venivano utilizzate da pescatori e cacciatori. Sono capanne in legno e canna palustre e al loro interno,centralmente, hanno un focolare in mattoni che serviva a cucinare e a riscaldare. Sulle pareti sono appesi gli strumenti da lavoro,e sul lato opposto all'entrata,ci sono i giacigli dove riposavano i pescatori. Una curiosità? Ci hanno raccontato che Ernest Hemingway scrisse proprio durante un soggiorno in questi luoghi il suo libro "Al di là del fiume,tra gli alberi".




Il Santuario della Madonna dell'Angelo è suggestivo ed emozionante. Ci hanno raccontato che attorno al VI secolo dei pescatori videro galleggiare una statua della Madonna in mezzo al mare. Provarono a tirarla fuori ma non ci riuscirono,solo un gruppo di bambini riuscì nell'impresa,ed è per questo avvenimento straordinario che il santuario prese il nome di Madonna dell'Angelo. Nel 1727 Caorle venne investita da una terribile inondazione,ma neanche una goccia d'acqua penetrò nel Santuario.
La "Chiesa della Madonnina",come viene chiamata oggi,si trova sull'estremità est della scogliera di Caorle e credetemi merita una visita:il panorama è mozzafiato!



Il centro storico di Caorle è colorato,caratteristico e si gira comodamente a piedi. Quando siamo state noi c'era la manifestazione La Luna Nel Pozzo: Festival Internazionale del Teatro in Strada! Artisti e teatranti si esibiscono nelle varie piazzette e stradine di Caorle dalle 20:30 a mezzanotte.



Dove abbiamo mangiato?

Oltre ad aver mangiato al ristorante dell'Hotel Marco Polo,vi segnalo:

La Dolce Vita Creperia & Yogurteria

Gastronomia da Emilio (Via Nicesolo 3 - Caorle (Venezia) - Tel. 0421 81928)

Pizzeria TNT (Viale Santa Margherita, 63 - 30021 Caorle (VE) Tel. 0421 84295)




Post popolari in questo blog

Il 17 Marzo riapre Italia in Miniatura con un imponente operazione di restyling

Warner Bros. Studio Tour - The Making of Harry Potter: i consigli e il racconto di Francesca

Una sorpresa per i lettori di Blodiario 2.0