Il Concerto di Violetta



V-Lovers? Ebbene sì ho una figlia V-Lover che, per chi non ha questa “tragedia" in casa, sarebbe a dire fan di Violetta, l'ennesimo centro fatto dalla Disney. Nel 2013 è partito il tour che Lucrezia aspettava da poco più di un anno. Imposto il ticket-alert su TicketOne ed a Settembre mi arriva la mail. Controllo i prezzi dei biglietti e mi rendo conto che sono cifre astronomiche. Per il parterre si arriva fino a 272 euro a biglietto! No, non è cosa!



Arriva Novembre e continuo a guardare i biglietti e va beh, prendo la prima fila della tribuna laterale per 80 euro a biglietto. La mia fortuna è che conosco bene il Palalottomatica di Roma e so che non avrò brutte sorprese. Il concerto è alle 20:30 quindi ho bisogno anche dell'hotel e, tramite Booking.com, prenoto una camera presso l'Hotel Cristoforo Colombo che dista 1 km dal Palalottomatica per 46 euro. Arriva il 14 Gennaio e io e Lucry prendiamo il pullman per Roma, da Tiburtina prendiamo la metro e scendiamo a Eur Fermi. Proseguiamo a piedi fino all'hotel, faccio il check-in e andiamo a riposarci un po' in stanza in attesa dell'evento. Lucrezia vestita Violetta dalla testa ai piedi (e non per modo di dire) alle 19 comincia a fremere e sono costretta ad uscire. Camminando verso il Palalottomatica mi rendo conto che di genitori folli come la sottoscritta è pieno e abbiamo tutti la stessa faccia sconsolata. Quando prendiamo posto Lucrezia non è felice, di più, "Mamma stiamo davanti, che bello, grazie!" I maxi-schermi ai lati del palco passano in continuazione pubblicità di abbigliamento di Violetta e il video "All'alba sorgerò" cantata da Martina Stoessel (Violetta).





Ma ecco che sta per cominciare, un rullo di batteria, cala il sipario e su una nuvola di cuori viola arriva lei, Violetta! Il Palalottomatica si infiamma e una marea di ragazzine cominciano ad urlare e cantare tranne Lucrezia. "Lucry che hai? Non ti senti bene?" "No, mamma è che non mi sembra vero, sto vedendo Violetta davvero, il mio idolo, mamma grazie!" Mi escono due lacrimoni formato famiglia, l'abbraccio e cominciamo a cantare e ballare insieme. La scaletta del concerto è composta da 28 canzoni e devo ammettere che è tutto meraviglioso! I ragazzi del cast sono davvero bravi, le musiche sono belle e orecchiabili e a livello scenografico e coreografico non c'è una pecca quindi sono stati soldi ben spesi! Alla prossima Vilu
(Concerto del 12 Gennaio 2014)






 


Post popolari in questo blog

Il 17 Marzo riapre Italia in Miniatura con un imponente operazione di restyling

Warner Bros. Studio Tour - The Making of Harry Potter: i consigli e il racconto di Francesca

Una sorpresa per i lettori di Blodiario 2.0